23 luglio 2007

Il Gatorade dell'Anima

Sunrise in the Island

Il sole è appena sorto. I motori del traghetto calano di règime. Esci sul ponte, e lei è lì.
La gioia e l'impazienza annientano il senso di stanchezza per una notte passata all'addiaccio ed al vento, magica comunque anche quella, con milioni di stelle, più accese che mai, ad accompagnare il viaggio.
Si comincia. Pronti.



Il caldo africano comincia a farsi sentire mentre cammini immerso nei toni del cielo, del mare, della lava e delle case di mille colori.
Profumi, colori, una terribile confusione che dopo qualche minuto lascerà il passo ad una pace assoluta. Il traghetto arrivò!

Il desiderio di mollare il bagaglio e scappare dove da ore, settimane, forse anni, aspetto di tornare, si fa sempre più grande...
...ed un pò come una caretta che depone le uova sulla sabbia, torno lì a deporre tutto ciò che di poco chiaro, di faticoso, di preoccupante, porti dentro con me.
Dopo una settimana, si schiuderanno nuovi pensieri, nuove energie, nuove storie e momenti da condividere con i prossimi compagni di viaggio. E come piccole tartarughe, d'istinto prenderanno il mare. Perchè è lì che senti di dover andare. É casa.
Ogni nuvola sarà lontana. Ogni pensiero sarà altrove.

End of a day

Il resto sarà rimasto dove l'avevo lasciato.
La sabbia nera, il mare, i compagni di viaggio di sempre. La luce o il buio, i ricci, le berte ed il tramonto. Tutto. Non serve altro.

Solo una cosa mi mancherà, già lo so.
La mia dolce Sanpei, con la sua lunga canna da pesca pronta ogni giorno a riempire le nostre pance, intenta a cercare qualsiasi strano animale in mezzo agli scogli.
Ed a sorridere appena apre gli occhi ricevendo un caffè.
Ma il ricordo, il più dolce, sarà parte del bagaglio che porto con me. Che porto sempre con me.


Ed avrò un nuovo compagno di viaggio, che prima non vedevo, non sentivo, anche se c'era...

...che insieme alle mie, nella sabbia nera, lascerà le sue impronte.

6 commenti:

Angie ha detto...

"Un Uomo gira tutto il Mondo in cerca di quello che gli occorre, poi torna a casa e là lo trova."
George Moore
Goditi il tuo "Tutto" e non guardare indietro.. ;-)

Lo Zingaro ha detto...

Non vedo l'ora di essere lì.
Non vedo l'ora di tornare a casa da lì e di trovare tutto quello che occorre, lì dove lo non vedevo, dov'è sempre stato. :D

LoStupido ha detto...

cercare quello che si è perso, che c'è ma non si vede, che ci si gira intorno da una vita ma non si raggiunge mai....

...non hai mai pensato di prenderti un tom tom go?

:D the stupids comments

Lo Zingaro ha detto...

Ci ho pensato, credimi. Ma preferisco chiedere ad un passante, anche se mi manda dalla parte opposta a quella dove devo andare...
Almeno posso tornare indietro e mandarlo a cagare!
Non mi ci vedo a litigare col Tom Tom...

"...tra 200 metri gira a destra...gira a destra"

MINCHIA MA C'É UN MURO A DESTRA!!!

Preferisco un passante...almeno se prendo l'autosole contromano ho qualcuno con cui prendermela!

pOpale ha detto...

Tutto quello che abbiamo viviamo rimane comunque dentro di noi. Siamo un magazzino di viaggi e possiamo attingere quando vogliamo.
Buon viaggio per oggi :)

Lo Zingaro ha detto...

Buon viaggio a te Ale!
Ci vediamo quando torniamo, più tardi...domani...

Condividi su Facebook
Questo libro non parla di strada.
La strada solamente appare sullo sfondo. È ambientato in strada, ma non di più.
Questo libro non parla nemmeno di gente di strada. Parla di gente e basta. É stato scritto in strada, questo si...
Questo libro parla di Ricominciare. Ricominciare daccapo, cercando di capire.
O ancora meglio: non facendo nulla senza prima aver fatto lo sforzo effettivo per capire. Prima capire, poi fare. Beati coloro che nella vita non han fatto ancora niente. Le loro pene, quando una buona volta capiranno la propria strada, saranno minime.


Maksim Cristan